Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Campionato 2013/2014

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Julia Sagittaria-Calcio San Donà sq. B  1 - 3

Continua il momento poco brillante per i giovanissimi sconfitti nell’ anticipo di sabato dal Calcio San Donà sq. B sul campo di via San Pietro. Si trattava di una partita non valida per la classifica ma è certamente una sconfitta che non fa piacere all’ ambiente. Squadra distratta e poco brillante che ha forse pagato il primo caldo di stagione e che certamente ha sofferto la maggiore fisicità degli avversari. Primo tempo dove il pallino del gioco è in mano ospite anche se il San Donà non crea grossi pericoli dalla parte di Isere. La Julia fatica ad imbastire azioni degne di nota, centrocampo pasticcione e poco mobile e attacco non pervenuto.

Nella ripresa la contesa si sblocca dopo poco più di un giro di orologio : Codolo batte una punizione da posizione defilata pescando Lena a centro area che di prima intenzione insacca per l’1-0.

Sembra il segnale che il vento cambi e invece cinque minuti dopo il San Donà perviene al pareggio. Contrasto perso a metà campo, palla giocata in profondità per Amakiri che scatta sul filo del fuorigioco, si presenta solo davanti ad Isere e insacca con un preciso diagonale. La Julia ha un sussulto poco dopo. Pilosio mette in ritmo Falcon bravo a trovare Lena che fila verso la porta sandonatese ma il diagonale da favorevole posizione termina a lato. Come spesso capita nel calcio anche questa volta si verifica la legge non scritta “gol sbagliato gol subito”. Infatti al 15’ Falcon perde una sanguinosa palla in uscita innescando la ripartenza ospite ancora con Amakiri che trova la doppietta personale a tu per tu con Isere.

I concordiesi hanno un sussulto di orgoglio mettendo nel finale di gara la grinta mancata per larghi tratti ma la reazione si ferma alla traversa colpita da Codolo con una conclusione da fuori area.

A due minuti dalla fine arriva poi la rete che chiude il tabellino con Isere che devia maldestramente nella propria porta un pallone proveniente direttamente da calcio d’angolo.